Intormativa

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili, anche di terze parti, per il corretto funzionamento e per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione 'Cookie Policy'

Approvo

Portogallo. Alle elezioni crescono i comunisti, altissima l'astensione

Dai primi risultati delle elezioni amministrative conclusesi ieri in Portogallo, emerge che l'unica lista che aumenta in percentuale è la Coalizione Democratica Unitaria (CDU) - una coalizione di comunisti del Pcp, Verdi e indipendenti di sinistra - che è passata dal 10,7 al 12%. Scende invece dal 4,2 al 3,1% il Bloco de Esquerda (BE), una coalizione della sinistra alternativa.

Leggi tutto...

Siria. Inquinanti di guerra

Damasco nei giorni scorsi è arrivata una delegazione italiana del “Fronte Europeo per la Siria”, l’organizzazione transnazionale vicina al mosaico neofascista che tentò di organizzare una manifestazione a Roma il 15 giugno scorso a sostegno della Siria.

Leggi tutto...

Mediterraneo mare di guerra GIU’ LE MANI DALLA SIRIA!

In queste ore il continuo lavorio di manomissione, diplomatico e militare, delle cancellerie occidentali sta spianando la strada ad una nuova aggressione imperialistica contro la Siria.

Leggi tutto...

L’attacco alla Siria serve a ricomporre alleanze andate in frantumi

A giudicare dall’operazione di mediamenzogne messa in campo sulla Siria, c’è da ritenere che ben presto assisteremo al consueto scenario di un intervento militare congiunto per “fini umanitari”. Ci sono degli ostacoli che potrebbero essere superati come avvenne per l’aggressione alla Serbia nel 1999 dopo una campagna mediatica molto simile sui profughi kosovari, le fosse comuni, le atrocità etc etc. L’Onu infatti potrebbe non essere utilizzabile per legittimare l’aggressione alla Siria viste le posizioni di Russia e Cina che vi si oppongono. Contro la Serbia si utilizzò unilateralmente la Nato anche senza il mandato dell’Onu ed anche in questa occasione la strada potrebbe essere simile.

Tre domande si pongono e richiedono risposte che ben presto dovranno diventare iniziativa e tema di confronto

Leggi tutto...

I nostri contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I nostri tweet