Intormativa

Questo sito utilizza cookie e tecnologie simili, anche di terze parti, per il corretto funzionamento e per migliorare la tua esperienza. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione 'Cookie Policy'

Approvo

21/22 ottobre: un blocco sociale in piazza, una richiesta di rappresentanza politica

Il 21 con lo Sciopero Generale ed il 22 Ottobre con il NORENZIDAY sono state giornate entusiasmanti. La due giorni ha visto mobilitarsi decine di migliaia di lavoratori, settori proletari e giovani che si sono presi la responsabilità, con il "Coordinamento No sociale", di dar vita alla vera apertura della campagna referendaria di massa in alternativa alla mobilitazione del PD per il SI della prossima settimana ed a supplenza della latitanza dei “Comitati per il NO”, che finora non hanno avuto il coraggio politico di chiamare alla mobilitazione quel popolo della sinistra evocato solo nelle trasmissioni televisive.

Leggi tutto...

21 e 22 ottobre, due importanti giornate di lotta

Indubbiamente il 21 ed il 22 Ottobre, con la convocazione dello sciopero generale e del No Renzi Day, rappresentano il primo momento di mobilitazione generale contro la riforma costituzionale proposta da Renzi e Napolitano ed in diretta contrapposizione con la mobilitazione per il SI prevista per il 29 Ottobre.

Leggi tutto...

L’omicidio di Piacenza è il prodotto del Jobs Act e delle politiche dell'UE

I fatti di Piacenza del 14 settembre, con l’assassinio dell’attivista sindacale dell’USB Abd Elsalam Ahmed Eldanf fanno emergere con estrema chiarezza una condizione lavorativa oramai molto diffusa nel paese e a livello continentale, che trova massima espressione in alcuni settori strategici di un sistema produttivo al collasso.

Leggi tutto...

Dalla Brexit a Ventotene

Il voto inglese di Giugno ha complicato la situazione, rendendo più oscure le prospettive per l’Unione Europea ma non solo; la Brexit ha eroso la relazione tra Europa e Stati Uniti, decretando la crisi se non la fine del TTIP, ha messo in crisi la stessa unità nazionale della Gran Bretagna colpita dal boomerang delle scelte arroganti di Cameron, il quale è rapidamente scomparso dalla scena politica.

Leggi tutto...

I nostri contatti

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

I nostri tweet